top of page

In ricordo del prof. Casertano: ciao "Gianni", maestro e amico di Eleatica

Lo staff, la direzione e la presidenza della Fondazione Alario salutano il prof. Giovanni Casertano attraverso le parole del comitato tecnico scientifico di Eleatica.


"All'età di 82 anni ci ha lasciati Giovanni Casertano. 

Membro del Collegio dei Cittadini Onorari dell'Antica Città di Elea, nel maggio del 2011 Casertano tenne per Eleatica le lezioni magistrali dal titolo "Da Parmenide di Elea al Parmenide di Platone". 

Tra i più noti e autorevoli platonisti italiani, Casertano è stato professore ordinario di Storia della Filosofia antica presso l'Università "Federico II" di Napoli e Visiting Professor in molte università d'Europa e d'America. 

Il riconoscimento internazionale dei suoi studi e in particolare il suo legame con il dinamico ambiente sudamericano si è concretizzato nel 2012, quando ha ottenuto un Dottorato in Filosofia honoris causa presso l'Università di Brasilia.

Autore di centinaia di pubblicazioni, i suoi studi di filosofia antica vertono prevalentemente su Platone e i Presocratici. Tra i primi interessi di Casertano vi è stato, proprio, Parmenide di Elea, al cui studio ha dedicato le sue prime pubblicazioni, fino al celebre libro del 1979. "Parmenide: il metodo, la scienza, l'esperienza". L'opera, divenuta un classico negli studi parmenidei, ha anticipato (e inaugurato) quel risveglio di interesse verso la scienza di Parmenide avvenuto solo decenni dopo, risveglio che avrebbe comportato un vero cambio di paradigma negli studi sull'Eleate. 

Forte anche il suo legame con il territorio cilentano: come ricordava spesso, da giovane aveva cominciato a insegnare a Vallo della Lucania, in un liceo dal nome significativo: "Parmenide". 

Casertano era ammirato non solo per i suoi valenti studi ma anche per le doti della sua personalità e umanità. Si distingueva per una lucida intelligenza, una grande cultura e soprattutto per la sua raffinata ironia. 

"Gianni" è stato un grande amico del gruppo di Eleatica e un maestro riconosciuto, fin dal primo momento. Mancherà a tutti noi. Ci uniamo, dunque, al dolore dei suoi parenti, amici e allievi, che come noi lo hanno amato".

21 visualizzazioni0 commenti

Comentários


bottom of page